Storia e territorio

La ruota, al Rotary Club di Mantova, ha già fatto 62 giri, essendo  stato il Club fondato  il 19 febbraio 1933, sciolto nel 1938, ricostituito nel 1948.
Da allora, quella del nostro club è stata una presenza costante nella realtà mantovana, con numerose iniziative nel campo delle 5 azioni rotariane: convegni, borse di studio, saggi, tavole rotonde sui maggiori problemi della città, interventi nel patrimonio d'arte del territorio . Molte iniziative sociali, ambientali, ecologiche, hanno avuto nei meetings rotariani trattazioni esaurienti con proposte innovanti.
Fu padrino nella costituzione di ben 8 clubs: Castiglione delle Stiviere Alto Mantovano, Viadana Sabbioneta, Mantova Sud, Gonzaga Suzzara, Mantova Castelli, Postumia Ovest Mantovano, Virgilio Curtatone, Mantova S.Giorgio.
E' pure padrino del Rotaract Club di Mantova, che segue puntualmente nel suo operare, nonché dell'Interact Club di Mantova.
In occasione del cinquantesimo anniversario della sua fondazione, con un'opera di civismo, il R:C. Mantova ha offerto alla città il restauro all'integrità originaria della marmorea statua barocca di San Silvestro Papa, eretta nella centralinissima Piazza Martiri di Belfiore.
Il nostro club, nella stessa circostanza, ebbe a promuovere la pubblicazione dell'elegante volume "La Fabella di Psiche e altra mitologia" che, nello svolgersi delle immagini, illustra la sala di Amore ePsiche del Palazzo Te, un'altra opera di conoscenza del patrimonio artistico mantovano.
Nel marzo 1989, con l'allora Governatore Giovanni Acerbi, si tenne dapprima il Forum del Distretto 2050 sul tema: "Verde azzurro - utilizzo dell'ambiente"; nel giugno successivo, nel prestigioso Teatro Accademico del Bibiena, si realizzò il Congresso del 205 Distretto, avente come tema: "Il Sistema Italia e i processi di Internazionalizzzione Economia Finanza Cultura" e di seuito il Ricevimento di gala nelle stupende sale del Palazzo Ducale di Mantova.
Negli anni successivi, questo Rotary ebbe a promuovere il "Forum sulla Famiglia", il "Rotary nel 2000".
Nel 2003 ebbe la luce il volume "La Chiesa di S.Spirito in Mantova", volto a far conoscere degnamente alla cittadinanza la storia e i pregi artistici inediti della suddetta chiesa.
Ebbe a contribuire,in unione con altri clubs, ai progetti "Gighessa", "Donna Kofale" e "Piu' terra meno fame".
Non mancò ogni anno di conferire la P.H.F. a rotariani del club e ad associazioni benefiche, contribuendo così alle finanze della Rotary Foundation.
Fra gli associati, nel tempo, vale la pena di ricordare l'Ambasciatore Alessandrini, Tazio Nuvolari e il Prof. Alessandro Dal Prato, pittore,scultore e medaglista.
Per onorare degnamente il centenario della fondazione del Rotary Internazionale, questo club ha posto in essere le seguenti iniziative:
* un volume dal titolo "Cara Mantova" - Impressioni e ricordi di ieri e di oggi di personalità politiche,sportive, uomini di cultura e di spettacolo, imprenditori e giornalisti.
* L'erezione di una statua bronzea raffigurante, nella sua estrema verticalità e dinamicità, l'allegoria dello sviluppo e della crescita della società civile. Le sue forme sinuose seguono la linea immaginaria di una spirale che ricorda pure il movimento dell'acqua, che è elemento fondamentale per il territorio mantovano. Dunque acqua come fonte di vita generatrice di una forma pura in movimento.
*La realizzazione, in unione con l'Assoc. Industriali e la Provincia diMantova, di un progetto denominato"Eccellenza" che ha come obiettivo di porre in essere una serie di incontri volti a trasmettere conoscenze e tecniche di comportamento a chi riveste incarichi di responsabilità sia all'interno delle aziende che delle organizzazioni imprenditoriali nonché in enti di carattere pubblico, e ciò con la collaborazione di docenti di chiara fama.