"Il Politecnico di Milano a Mantova nell'anno di Mantova Capitale Italiana della Cultura. Il futuro della storia"

Tesoro Living Resort di Rivalta sul Mincio

Interclub con il RC Mantova Postumia e il RC Mantova Castelli

Relatori: Prof. Federico Bucci, Prorettore del Politecnico di Milano per il Polo di Mantova e  Prof. Vittorio Longheu, docente nel Polo di Mantova.

 

L'avv. Erminio Araldi, Presidente del RC Mantova

 

I due relatori (Bucci e Longheu)

 

 

La conviviale si svolge al Ristorante Il tesoro di Rivalta sul Mincio ed è un interclub che vede riuniti tre club, il Mantova, il Castelli e il Postumia. Titolo della relazione Il Politecnico di Milano a Mantova nell’anno di Mantova capitale della cultura, relatori il prof. Federico Bucci e l’arch. Vittorio Longheu, quest’ultimo socio del Mantova.

Il prof. Bucci è prorettore e responsabile della biblioteca ed è lui che introduce e sviluppa l’argomento, in prima battuta con un quadro di G. Domenico Tiepolo, il Mondo nuovo, con un gruppo di persone preso di spalle che guarda avanti, il futuro della storia, come  la città di Mantova, capitale italiana della cultura nel 2016. Come esempio di operazioni di questo tipo porta il Forte di Pietole a cui viene data nuova vita con una forte caratterizzazione storica, insomma l’arte di porgere la storia, citando l’arch. Carlo Scarpa. Altri esempi sono presi da altri paesi, come Cartagena in Spagna, il Castello di S.Giorgio a Lisbona. Mantova è particolarmente adatta a far conoscere la storia attraverso il contemporaneo, città fatta per l’architettura, con una facoltà che conta circa 150 docenti a fronte di 800 studenti.

L’arch. Longheu è sulla stessa linea e ribadisce la necessità di leggere la storia in un modo non astratto, immaginando il futuro e rigenerando i luoghi, come si è fatto con S. Sebastiano. Chiude con una citazione “ L’architetto è un muratore che ha imparato il latino”. (Bona Boni)