"1956 - 1986: la mia esperienza alla Conferenza Episcopale Italiana"

 

S.E. Mons. Egidio Caporello, Vescovo Emerito. già Segretario della C.E.I

 

 

 

 

Mons. Egidio Caporello, Dott. Francesco Guarnieri (Pres. RC Mantova), Vladimiro Bertazzoni (ex Sindaco di Mantova)

 

 

 

Mons. Egidio Caporello e Dott. Francesco Guarnieri (Pres. RC Mantova)

 

Il relatore viene presentato dal Presidente : nato a Padova, nel 1955 riceve l’ordinazione sacerdotale e dopo un anno di insegnamento di Lettere a Padova, si trasferisce a Roma presso la Gregoriana, diventando poi Vescovo e segretario della Cei. E’ Vescovo di Mantova dal 1986 al 2007, nel 1991 ha vissuto l’esperienza della visita a Mantova di Giovanni Paolo II. Dal 2007 è Vescovo Emerito e vive a Grazie.

Il relatore compie una carrellata della sua esperienza romana e mantovana ai più alti gradi ricordando il Vescovo di Padova Gerolamo Bertignon che lo ha inviato a Roma, rompendo una tradizione di residenzialità del clero padovano. A Roma ha avuto modo di collaborare col Presidente dell’Azione Cattolica Gedda, di partecipare alle attività del CNAC ( Centro nazionale attività catechistiche) ponendosi molte problematiche educative, in particolare la necessità di un catechismo non mnemonico, ma partecipato e attivo, così come l’insegnamento della religione a scuola. Ai progetti per la scuola si sono associati progetti per gli adulti. Ha conosciuto Pio XII di cui dichiara l’altissimo livello,  poi Papa Roncalli, eletto senza essere conosciuto, iniziatore del Concilio Vaticano II, quando non esisteva ancora la CEI, ma solo organismi regionali. Quando fu eletto Roncalli tutti pensavano a Montini che invece successe a Roncalli. Del Papato di Paolo VI ricorda il rapimento Moro e gli anni del terrorismo. Infine Giovanni Paolo II venuto a Mantova anche per pregare nella patria di San Luigi perché lo aiutasse nell’incontro con la gioventù in Polonia.