ROTARY CLUB MANTOVA

Gran Tour di Primavera a Dublino e dintorni

programma

IRLANDA 22-25 APRILE 2017

I Soci del nostro Club e i loro ospiti non potevano immaginare, alla partenza del viaggio, che per l'occasione l'Irlanda avrebbe riservato il placarsi dei venti che usualmente flagellano le coste e l'entroterra, sporadiche pioggerelline in luogo dei rovesci prevedibili e, di conseguenza, i cieli ancor più belli di quelli cantati da Fiorella Mannoia.

Freschi di atterraggio, sabato 22 abbiamo iniziato a conoscere la capitale godendoci un'ottima pinta della Black Stuff nel Gravity Bar della Guinnes Storehouse. Nel cuore del St James's Gate Brewery, al settimo piano con vista panoramica a 360°, abbiamo ammirato i tetti e il profilo della Dublino più storica.

A Galway la domenica mattina, sotto un cielo grigio e con la marea bassa che scopriva parte dei fondali del porticciolo protetto dai moli, abbiamo scattato alcune foto ricordo con le caratteristiche casette di pescatori sullo sfondo.

L'Atlantico ci ha presentato una bellissima giornata di sole, che ha consentito di percorrere il sentiero, sulle Cliffs of Moher, a 200 metri di altitudine e a strapiombo sul mare. I più avventurosi hanno percorso il sentiero fino al punto prospiciente le splendide isole Aran. Qualcuno si è fermato prima. Nessuno .... ha affrontato gli 8 chilometri di estensione delle scogliere!

Il lunedì ci ha offerto la Dublino universitaria. Al Trinity College, una strana e tutta celtica mescolanza di studenti fra i verdissimi prati del College, di biblioteche sontuose dove hanno studiato Oscar Wilde, Bram Stoker e Samuel Beckett, per citarne alcuni. In uno dei tre cortili del Campus, siamo stati immortalati, come a scuola, rigorosamente distinti fra .... maschi e femmine.

Il momento istituzionale più importante al Gran Canal Hotel in Interclub con Dublin Rotary Club, blasonatissimo. Se il nostro Club può fregiarsi di una carta di oltre 80 anni, Club ospitante è il 1° Club istituito in Europa, essendo stato fondato nel lontano 22 febbraio 1911.

Dopo gli appassionati interventi della Presidente Pamela O'Loughlin, del nostro Presidente Renzo Tarchini, di numerosi rotariani, fra i quali l'appassionatissimo rappresentante del Rotary Club di Aukland sul tema del service in New Zealand, al suono della campana e dopo un caloroso commiato, abbiamo passeggiato liberamente nel cuore di Dublino. E' stato piacevole incontrarci di nuovo, nel pomeriggio, a gruppi sparsi, in Dawson St o nelle vie pedonali della città.

La sera cena in un caratteristico pub della città, poi alcuni di noi hanno prolungato la serata nell'atmosfera meravigliosa del Temple Bar, al suono della musica celtica, respirando la voglia di divertirsi tipica degli Irlandesi,  genuina e inalterata fin dalla sua fondazione nel 1840.

Ultimo giorno, martedì 25, abbiamo visitato i complessi archeologici di Brù na Bòine con i monumenti risalenti al neolitico, costruiti da un'antichissima civiltà contadina pre-celtica, e di Hill of Tara, centro politico dell'Irlalda gaelica, luogo dove furono incoranati tutti i Re d'Irlanda fino all'XI secolo.

Prima dell'imbarco per il ritorno, la sorpresa nelle sorprese: in fuori-programma, visita ad Howth, un delizioso villaggio di pescatori, a pochi chilometri dall'aeroporto di Dublino, che conserva un fascino autentico e una stupenda passeggiata sulle scogliere tra fari e moli, con deliziosi ristorantini nei pressi del porticciolo.

(resoconto di Erminio Araldi)

I Presidenti dei due club rotariani: Pamela O' Loughlin (Dublino) e Renzo Tarchini (Mantova)

 

 

 

 

RC Mantova Certificate.pdf